Archivio per luglio 2008


L’uomo che usciva la gente

giovedì, 31 luglio 2008

Fa rotolare dalle risate… 😀

Isole

lunedì, 28 luglio 2008

Di recente mi sono appassionato a un paio di storie che hanno in comune un’isola come componente principale della trama, e un po’ di altre cosette: il telefilm LOST, e il romanzo Duma Key di Stephen King. E’ una coincidenza capitata per caso, ma sta di fatto che ho seguito tutto il telefilm, dalla prima alla quarta stagione (sono circa 85 puntate) in poco più di un mese, parallelamente alla lettura del libro.

Da notare alcune mutue citazioni: in LOST uno dei personaggi principali (Ben) esprime per ben due volte il desiderio di leggere un romanzo di Stephen King e nel libro un’abitazione particolarmente importante si chiama “Heron’s Roost”, come Heron è il nome del figlio di Claire, una delle protagoniste della serie tv. Credo non sia una casualità, ma un tributo reciproco che sceneggiatori e scrittore abbiano voluto scambiarsi.

Per quanto riguarda LOST, devo dire che è finalmente riuscito a vincere il mio iniziale scetticismo perché dopo un avvio piuttosto lento (la storia ingrana a mio avviso intorno alla nona-decima puntata) le cose succedono. E che cose. 😉 E’ una storia che miscela componenti drammatiche, di suspense, di sentimenti in un mondo tra reale e soprannaturale. In questo libro e serie si rassomigliano moltissimo, perché in entrambi è proprio l’isola ad esercitare sui protagonisti un’attrazione speciale e a provocare eventi fuori dal comune.

Un’isola, in entrambi i lavori, che all’inizio sembra il paradiso terrestre mentre in realtà nasconde delle insidie e dei segreti, che si scoprono lentamente ma inesorabilmente.

Altra similitudine fra le due opere è una certa prolissità: Stephen King negli ultimi anni non sempre riesce ad essere avvincente in ogni pagina e in ogni opera (fatti salvi alcuni capolavori come la serie de La Torre Nera, in cui la lunghezza della storia non mi è pesata affatto, anzi!), ed anche in LOST, specialmente nella terza stagione, si riscontra una certa lentezza dalla metà in poi. La trama in quella fase risulta un po’ stiracchiata e con numerose indagini retrospettive, alcune delle quali a mio avviso evitabili o sintetizzabili. Nella quarta serie gli sceneggiatori sembra abbiano fumato della roba buona (anzi, magari proprio lo stesso fumo nero di LOST 😀 ), perché nelle primissime puntate ci si capisce poco. Poi arrivano delle risposte, ma in realtà le risposte alle domande essenziali non sono state ancora date e bisognerà attendere la quinta e ultima stagione l’anno prossimo: sicuramente un finale scoppiettante! 😉

In conclusione, se vi piacciono le serie TV o leggere, consiglio sia LOST che Duma Key, due gradevoli passatempi estivi.

Vicoli romani

domenica, 20 luglio 2008

Stradina romana

Calzature estive

giovedì, 10 luglio 2008

A Roma ormai è ufficiale: con il caldo la gente preferisce calzature comode… quindi, come ogni anno, anche questa estate è scattata la ciavatta! 😀

A me personalmente le infradito non piacciono molto (per una questione di comodità, ho il piede fino e slanciato, mi sfuggirebbero); preferisco invece dei sandali, a quelli non rinuncio neanche io! 😉

Tra l’altro le ciabatte infradito non fanno neanche bene alla salute, leggete un po’ cosa scrivono in questo articolo:

Camminare con scarpe piatte affatica molto i muscoli del polpaccio. Si sforzano soprattutto i tendini di achille e di riflesso tutta la gamba. I dolori si farebbero sentire già dopo sole due settimane di uso delle calzature.

Premi il pulsante

mercoledì, 2 luglio 2008

Oggi una citazione per gli amanti di LOST, fra cui a sorpresa, contrariamente a ciò che avevo scritto qualche mese fa (con un analisi troppo rapida e approssimativa) mi annovero ormai in maniera entusiastica. Finché si tratta di telefilm, è un piacere sbagliarsi e scoprirne di nuovi che ti appassionano… 😉 Scriverò qualcosa di più esteso a riguardo, ovviamente su questo sitarello, nei prossimi giorni.

Per intanto mi vien da dire che talvolta bisogna premere il pulsante, resettare, ricominciare da capo, come avviene per i nostri eroi sull’isola.

Il contatore per me oggi gira di nuovo, ma questo alcuni lo sanno già… 😉

Buon sole, buona aria condizionata (per chi può) e buone ricariche a tutti! 🙂


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: