L’arrivo dell’autunno

domenica, 10 settembre 2017

the coming of autumn

Dopo un’estate torrida, forse la più calda di sempre, ecco finalmente arrivare le piogge e l’autunno.

La luce ed i colori dell’autunno

giovedì, 24 novembre 2016

sentiero autunnale

La primavera è alle porte

lunedì, 29 febbraio 2016

Ci regala le prime fioriture.

blossom in gold

Quando la natura domina sul cemento

domenica, 15 settembre 2013

Stamattina ero in vena esplorativa ed ho deciso di andare a visitare una parte del parco di Monte Mario che non avevo mai visto, quella in cui si entra lato via Edmondo De Amicis (via della Camilluccia): il cosiddetto “K2”, chiamato così perché è una salita molto ripida e piena di curve a gomito.

Lo stupore derivante da questa scoperta è stato incredibile: in un attimo mi sono ritrovato nel bosco, i rumori del traffico spariti, sostituiti dai colori e dai suoni dell’autunno. Alberi di alto fusto torreggianti (faggi, credo, e pini), uccelli che cinguettavano, un gallo che cantava in lontananza e, aspetto notevole, quasi nessun essere umano nei paraggi.

Dopo aver percorso circa 600 metri nel bosco, si arriva ad una radura che domina tutta Roma: la veduta è spettacolare, mozzafiato; direi la migliore tra tutte quelle che conosco in città (Pincio e Giardino degli Aranci compresi), come angolazione e dinamismo del paesaggio. Non a caso Monte Mario è il punto più alto di Roma… si vedono anche i Castelli e Tivoli. Il cielo era nuvoloso e stava per piovere, quindi presto sono dovuto tornare a casa perché non ero attrezzato per la pioggia.

C’è un sentiero che continua su tutto il retro del Monte, che mi riprometto di percorrere integralmente. E’ una lunga passeggiata e bisogna portarsi almeno l’acqua.

Ah, come avrete immaginato è un posto che ben si presta alla fotografia: ci ritornerò presto dotato di attrezzatura fotografica per rendervi partecipi della bellezza di questo luogo. 😉

Buona domenica a tutti! 🙂

Minimalist afternoon

mercoledì, 24 aprile 2013

minimalist afternoon

Sporcarsi le mani

mercoledì, 17 febbraio 2010

Non vedo l’ora che arrivi di nuovo la primavera per poter fare alcuni lavoretti manuali, tipo meccanica e giardinaggio… basta inverno, pioggia e neve!
I lavori manuali mi rilassano molto e mi riescono anche discretamente bene.
Stare di più al sole e all’aria aperta piuttosto che davanti ad uno schermo nei momenti liberi…
Dovrei curare un po’ lo scooter (qualche anno fa smontai pezzo per pezzo la carrozzeria del mio vecchio Kymco 50, e la riverniciai completamente, rimettendolo a nuovo, ricostruendo anche le parti danneggiate con una resina speciale), che ha bisogno di un po’ di manutenzione. Poi c’è la cura del giardino, che va dal semplice innaffiare al togliere un po’ erbacce e foglie secche…
Sono passatempi piacevoli… altro che zappare la terra su Farmville (il giochino di facebook), utilizzando il solo dito indice: il giardinaggio vero e proprio (per quanto io non sia un espertissimo) dà decisamente delle soddisfazioni in più.
Fortunatamente ho molte piante in terrazzo ed il giardino a casa, quindi c’è da sbizzarrirsi.
Questa sintonia con la terra e la natura deriva dal fatto di esservi cresciuto a contatto fin da piccolo… amo la campagna, la montagna e il verde. Come tanti, aspetto di vedere qualcosa di diverso da questo monotono e grigio cielo invernale.
Stay tuned…
Non può piovere per sempre (qui ci stava tutta)! 😉


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: