Cartolina d’agosto

lunedì, 15 agosto 2016

Che bella Roma semi-deserta. Roma senza i romani, o con molti meno romani. La condizione giusta perché sia vivibile. Poi non fa neanche tanto caldo… Un cielo azzurro e un sole che la rendono quasi scintillante.

Unici nei: gente in macchina che fa inversione a U nei posti più improbabili, tanto non c’è nessuno (qualcuno c’è, guardate bene). Poi i Rom col carrelletto raccogli-monnezza, sempre così occupati nel loro ‘lavoro’. Ci stanno sempre. Pure a Ferragosto con quattro cristi in croce, o a Capodanno mentre tutti dormono, vedrai sempre un omino che si aggira per il tuo quartiere e infila la testa dentro i cassonetti per fare un particolare tipo di raccolta differenziata. Tutta roba usata che ti ritroverai sulle bancarelle a Portaportese. Oggi ne ho beccato uno appena uscito di casa, col suo fido carrellino. Ieri, andando a buttare la spazzatura, me ne trovo un’altro a frugare dentro il cassonetto, e allora gli faccio, ironicamente: “posso?”.

La classe itinerante

domenica, 31 gennaio 2016

La 2ª C era una classe itinerante. A causa del sovrannumero di iscritti al liceo, circostanza che ai tempi odierni sarebbe piuttosto inusuale, le aule si utilizzavano a rotazione: ogni giorno ne avevamo una differente.

Un lunedì al primo padiglione (il primo costruito del Pasteur), un martedì al terzo (poi demolito), con aule fatiscenti, pioggia dal tetto e pavimenti di linoleum, un mercoledì in un’auletta minimalista in cui stavamo tutti abbastanza stretti (e in cui era ancora più difficile copiare ai compiti in classe), un giovedì in un’aula normale del secondo padiglione, il nostro vero padiglione d’appartenenza (dove siamo stati in tutti gli altri anni), un venerdì in un’auletta ancora più stretta di quella del mercoledì in cui era quasi surreale star tutti in fila sui banchi ad ascoltare le lezioni di inglese (e lanciavamo aeroplanini di carta per scaricare lo stress), il sabato di nuovo al terzo padiglione diroccato, ma in un’altra aula.

Non so se ho elencato bene posti e giorni, ma una cosa la ricordo sicuramente: la prima domanda che ti facevi la mattina quando arrivavi a scuola, ancora insonnolito, era: “ed oggi in quale aula siamo?”. 😉

secondo liceo

Wherever you like

domenica, 13 luglio 2014

wherever you like

Come un faro tra le nuvole

sabato, 10 maggio 2014

Le nuvole di questo cielo mi hanno affascinato. Quel giorno ho trovato irresistibile la cupola di S. Pietro su uno sfondo del genere, sembrava quasi galleggiare tra gli alberi e far luce nel cielo nuvoloso.

come un faro tra le nuvole

Nubi sulla Roma antica

venerdì, 11 ottobre 2013

nubi sulla Roma antica

Quando la natura domina sul cemento

domenica, 15 settembre 2013

Stamattina ero in vena esplorativa ed ho deciso di andare a visitare una parte del parco di Monte Mario che non avevo mai visto, quella in cui si entra lato via Edmondo De Amicis (via della Camilluccia): il cosiddetto “K2”, chiamato così perché è una salita molto ripida e piena di curve a gomito.

Lo stupore derivante da questa scoperta è stato incredibile: in un attimo mi sono ritrovato nel bosco, i rumori del traffico spariti, sostituiti dai colori e dai suoni dell’autunno. Alberi di alto fusto torreggianti (faggi, credo, e pini), uccelli che cinguettavano, un gallo che cantava in lontananza e, aspetto notevole, quasi nessun essere umano nei paraggi.

Dopo aver percorso circa 600 metri nel bosco, si arriva ad una radura che domina tutta Roma: la veduta è spettacolare, mozzafiato; direi la migliore tra tutte quelle che conosco in città (Pincio e Giardino degli Aranci compresi), come angolazione e dinamismo del paesaggio. Non a caso Monte Mario è il punto più alto di Roma… si vedono anche i Castelli e Tivoli. Il cielo era nuvoloso e stava per piovere, quindi presto sono dovuto tornare a casa perché non ero attrezzato per la pioggia.

C’è un sentiero che continua su tutto il retro del Monte, che mi riprometto di percorrere integralmente. E’ una lunga passeggiata e bisogna portarsi almeno l’acqua.

Ah, come avrete immaginato è un posto che ben si presta alla fotografia: ci ritornerò presto dotato di attrezzatura fotografica per rendervi partecipi della bellezza di questo luogo. 😉

Buona domenica a tutti! 🙂

Il parco più bello di Roma

martedì, 15 gennaio 2013

Il parco più bello di Roma

Le immagini parlano da sole…

Rome and it’s magic

lunedì, 24 dicembre 2012

Rome and it's magic

La cupola di Valle Aurelia

giovedì, 25 ottobre 2012

la cupola di Valle Aurelia

L’accostamento delle due realtà (se così le vogliamo chiamare) a me fa un certo effetto…

Al riparo dalla pioggia

sabato, 1 settembre 2012

Ieri, in un momento in cui cadeva la pioggia battente:

a colourful shelter

E questa è la strada, come si presentava pochi minuti dopo l’inizio dell’acquazzone…

acquazzone estivo


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: